Windows XP spegne 10 candeline

W

Pochi prodotti hanno avuto un impatto maggiore di Windows XP. E’ stato rilasciato il 25 Ottobre 2001, dieci anni fa, e continua ad essere il sistema operativo da battere, con una quota di mercato del 40.59% (dati StatCounter). Ciò lo si deve alla sua stabilità e ancor più all’insuccesso di Windows Vista, il predecessore di Windows 7, che non ha convinto gli utenti spingendoli a un retro front reinstallando Windows XP. Microsoft non ha potuto far altro che assecondare gli utenti e, invece di dichiarare morto Windows XP, ha preferito allungare la fase di supporto esteso fino al 2014.

Quest’oggi si celebrano i 10 anni di Windows XP e le prospettive sono chiare. Milioni di utenti non hanno alcuna intenzione di passare a Windows 7, neppure Windows 8 fintanto che non finisce il supporto esteso di Windows XP. Ciò lo si deve sicuramente al fattore predicibilità (interfaccia utente) e prestazioni ma anche all’impossibilità, per Microsoft, di decidere a priori quale versione di Windows utilizzano gli utenti.

Microsoft ha spento le dieci candeline di Windows XP pubblicando un post su Windows Team Blog, cercando di convincere le persone della necessità di sbarazzarsi del sistema operativo. Auguriamo buona fortuna a Microsoft ma non saranno le parole di Kristina Libby, un gadget che effetta il conto alla rovescia al 2014 (compatibile XP, Windows Vista e Windows 7) oppure aneddoti (Kristina Libby dice che 10 anni fa Beyoncé non aveva un bambino, le Destiny’s Child raggiungevano il successo) a convincere le persone d’aver bisogno di un nuovo sistema operativo.

Windows XP è ancora rilevante e una percentuale di installazioni superiore al 50% riguardante il segmento Desktop dice tutto.  Il mondo potrà sbarazzarsi di Windows XP quando sarà pronto e lo definirà obsoleto.

Windows XP Anniversario 10 anni

Aggiungi un commento

Categorie

Seguici su