Unthink, l’autoproclamato AntiFacebook, apre al pubblico

U

Le sottoscrizioni sono aperte ma si entra solo con invito. Facebook e Google Plus devono correre ai ripari ?

Siete dei ribelli o volete sottostare alle regole ? Avete ceduto alle lusinghe del noto stalker Google+ (che vi fa l’occhiolino quando siete in Home Page) oppure vi siete registrati a Facebook per paura di non rimanere in contatto con i vostri amici ? Unthink vuole cambiare le regole del gioco. Si considerano una forma più onesta di social network, quella in cui gli utenti sono i proprietari dei dati e dove il prodotto (i dati degli utenti) non viene venduto agli inserzionisti.

Il CEO Natasha Dedis ha detto [secondo TechCrunch ] che l’idea è nata quando suo figlio voleva iscriversi a Facebook. Dedis si sentiva a disagio quando si trattava di sottoscrivere i termini di servizio del Social Network, in quanto potrebbero cambiare in qualsiasi momento. Si sentiva anche a disagio dicendo di non avere altra scelta se non quella di dover essere su Facebook per rimanere in contatto con i suoi amici.

La soluzione ? Creare un Social Network dove i dati utente non vengono venduti a Società. Al contrario, gli utenti scelgono un marchio per sponsorizzare la propria pagina, attraverso un annuncio soprannominato “iEndorse.” L’idea è carina, un utente seleziona una marca con cui sente qualche affinità. Esistono pur sempre gli utenti che non vogliono sponsorizzare un marchio, devono aprire il portafoglio e pagare 2$ all’anno.

Intimidate GPlus

Sarà un successo ?

E’ possibile attingere alla stessa energia che ha reso Facebook quello che è, in primo luogo: il fattore cool ? La risposta è NO. Google Plus, dopo un inizio scoppiettante, sta ritornando con i piedi per terra comprendendo che Facebook ha tutto quello che la maggior parte degli utenti vogliono e hanno bisogno, compresi parenti e amici già iscritti che potrebbero essere riluttanti a muoversi. Anche UnThink, dopo un inizio scoppiettante, potrebbe fare la stessa fine di Google Plus, sempre che riesca a partire con il piede giusto… Ieri erano online, oggi sono offline….

Unthink

Per approfondire: UnThink

Aggiungi un commento

Categorie

Seguici su