Su Facebook vengono compromessi 600000 account al giorno

S

Facebook ha annunciato quest’oggi nuove caratteristiche di sicurezza per fronteggiare un problema reale, vengono compromessi 600000 account al giorno. Il nuovo e incredibilmente complicato super sistema di super-amici dovrebbe risolvere il problema ?

In altre parole, 600.000 account compromessi al giorno significa che viene compromesso un account uno ogni 140 millisecondi. Questa chicca, notata da Graham Cluley di Sophos nell’infografica rilasciata dal Social Network, è una diretta conseguenza dell’uso di password facili da ricordare, semplici, composte ad esempio dalla data di nascita oppure quella della propria ragazza. (Esistono ovviamente anche i casi di malintenzionati che guadagnano l’accesso agli account tramite phishing ma è una piccola parte)

Infografica FacebookInoltre, come Facebook definisce un account compromesso non è affatto chiaro. Cluley scrive: “La mia deduzione è che Facebook sta parlando del fenomeno degli account utente a cui accedono gli spammer e che vengono utilizzati per inviare messaggi di spam ai loro amici online. Questo è quello che chiamerei un ‘account compromesso e il numero supera, sicuramente, i 60000 account al giorno”.

L’approfondimento di Graham Cluley diventa intrigante quando tocca il tasto dei “super amici”. Facebook dice che sarete in grado di nominare 5 amici “fidati” che vi potranno aiutare per accedere al vostro account – se, ad esempio, qualcun altro ha cambiato la password e vi ha bloccato. Cosa succede se il “bad boy” di turno ha assunto il controllo del nostro account Facebook ? Non è probabile che cambi la lista di amici fidati rendendo al tempo stesso  questa misura di sicurezza completamente inutile?

La seconda novità introdotta quest’oggi, la password App – il che significa che non sarà più necessario accedere alle applicazioni Facebook con le stesse credenziali che usate per il vostro account Facebook, viene promossa a pieni voti con riserva. Cluley dice che è una buona idea non utilizzare la password di Facebook con applicazioni esterne da Facebook ma è convinto che le uniche persone che potrebbero utilizzare tale funzione potrebbe essere coloro che sono già molto consapevoli dei problemi di privacy, piuttosto che la grande maggioranza degli utenti Facebook.

Affermazioni condivisibili oppure allarmismi ingiustificati per due caratteristiche che non sono state ancora introdotte per ogni utente ?

Aggiungi un commento

Categorie

Seguici su