Google Reader andrà presto in pensione

G

E’ un giorno triste. Google ha annunciato sul proprio Blog l’avvio delle “Pulizie di primavera” e uno dei prodotti che ne fanno le spese è Google Reader. Il noto lettore feed rss, utilizzato da milioni di persone per leggere le notizie dei siti web, andrà presto in pensione (la data esatta in cui andrà in pensione è 1° luglio 2013) sebbene venga utilizzato quotidianamente da milioni di utenti. Pochi evidentemente rispetto ai progetti di Big G. E’ stato reso disponibile da Google (Chris Wetherell) il 7 Ottobre 2005. Cesserà di esistere a partire dal 1° luglio 2013 incluso l’applicativo Android ..

“Mentre il prodotto ha un seguito di fedelissimi, nel corso degli anni il numero di utenti è diminuito. Così, a partire dal 1° luglio 2013, Google Reader andrà in pensione ,” “Gli utenti e gli sviluppatori interessati a soluzioni alternative possono esportare i dati, compresi i loro abbonamenti, con Google Take Takeout nel corso dei prossimi quattro mesi.” “Questi cambiamenti non sono facili,” «Ma concentrando i nostri sforzi, possiamo migliorare nella creazione di prodotti che fanno la differenza».

L’applicazione è in gran parte rimasta invariata nel corso degli anni. E’ possibile utilizzarla online oppure interfacciarsi con applicativi come Feeddemon (Windows) o FlipBoard e utilizzarla come un magazine. Giustificano l’eliminazione dicendo che l’utilizzo di Google Reader è diminuito, e come azienda stanno riversando la loro energia in altri prodotti per migliorare l’esperienza utente.

Per garantire una transizione fluida, offrono a tutti gli utenti un periodo di tre mesi prima della chiusura dell’applicativo, una quantità di tempo sufficiente per trovare una soluzione alternativa oppure dimenticare del tutto gli applicativi online, esportare i feed rss e utilizzare un’app Linux o Windows per importare le iscrizioni.

Maggiori informazioni sono disponibili sul blog di Google.

Aggiungi un commento

Categorie

Seguici su

RSS Lavoro Stagionale