Chrome 27 e fork di WebKit per ‘Blink’

C

Google ha rilasciato Chrome 27 nel canale Beta, fanno riferimento a diversi miglioramenti nella gestione della risorse, nell’inclusione di alcune caratteristiche per gli sviluppatori ma ciò che colpisce è una riduzione dei tempi di caricamento delle pagine fino al 5% grazie alle modifiche apportate nel “Chrome Resource Scheduler”. Oltre a tali novità si segnalano modifiche alle interfacce di input dei dati. Inoltre vengono presentate le nuovi API “Sync Filesystem API” che dovrebbero aiutare le nuove applicazioni Chrome, disponibili all’interno di Chrome Web Store, nella sincronizzazione automatica dei dati con Google Drive. Novità interessanti ma ciò che colpisce quest’oggi è l’abbandono di Webkit (il “cuore” di Chrome) per Blink ora che Webkit è diventato lo standard de facto (rendering engine) nei Browser ed è stato scelto anche da Opera.

Screenshot - Google Chrome

La società precisa e rassicura i propri dicendo descrivendo innanzitutto i propri problemi nel continuare a gestire la sua architettura multiprocesso in Webkit e assicurando che Blink rimarrà Open Source. Fanno sapere che prevedono (sperano) di rilasciare una versione stabile di Chrome 28 con Blink per Android e Desktop entro 10 settimane ma è possibile che incorporino Blink già nelle prossime settimane se avete voglia di testare una versione Alpha (Canary Build) o Beta. La reazione da parte degli sviluppatori è stata generalmente positiva, anche se alcuni utenti Twitter hanno espresso preoccupazione circa la compatibilità Webkit – Blink..

Maggiori info: Chromium Blog

Aggiungi un commento

Categorie

Seguici su

RSS Giochi Abandonware